La Fondazione

Breve Storia

La Fondazione “Igino Righetti” nacque a Rimini negli anni Sessanta per iniziativa della Prof.ssa Maria Massani. Negli anni Cinquanta, la Prof.ssa Massani aveva già avviato la Fondazione “Alberto Marvelli”, con la finalità di “assistere la gioventù studiosa”, e aveva collocato nell'area della sua casa di famiglia, in via Cairoli 69, la cappella, le sale di studio e ricreazione, la mensa, il pensionato, le attività culturali, offrendo anche ospitalità a diverse associazioni di ispirazione religiosa e sociale. Poiché l'edificio Marvelli non era sufficiente per altri progetti, la Massani concentrò lì le attività assistenziali e pensò a una seconda fondazione per quelle culturali.

Con la benedizione e l'aiuto finanziario di Papa Paolo VI (Mons. Montini era assistente del Circolo Fuci femminile di Roma quando la Massani, studentessa, ne era la presidente), costruì un nuovo edificio in un'area adiacente, nell'ambito di un progetto volto alla creazione di una facoltà universitaria di studi turistici, ancora inesistente in Italia. Con l'aiuto dell'Avv. Franco Beltrami, ebbe la possibilità di istituire un Corso biennale di studi turistici gestito dall'Università di Bologna in Rimini. Ottenuto il riconoscimento statale per la Fondazione, nel 1967 venne avviato il corso che vantò come primo rettore il Prof. Capodaglio (Facoltà di Economia) e come docenti i colleghi bolognesi. Gli studenti furono inizialmente una ventina, provenienti da tutta Italia; il ritrovo era l'aula magna, una sala da 90 posti ubicata al pian terreno. La realizzazione di un consorzio con Cassa di Risparmio, Camera di Commercio e alcuni comuni del circondario permise di fronteggiare le crescenti esigenze finanziarie.

Col passare degli anni, la sempre maggiore affluenza rese necessario un cambio di sede del corso di studi turistici. In via Cairoli si continuarono però a tenere i Corsi estivi di Lingua e Cultura Italiana per stranieri (fino a 80 iscritti di ogni età e provenienza), le attività dell'Università Popolare (avviata da Righetti nel 1922-25), i corsi serali per assistenti turistici, i corsi di russo, musicologia e arte sacra. Continuò inoltre l'attività di accoglienza presso lo studentato universitario.

La morte della Massani, avvenuta nel 1990, rallentò, ma non spense queste attività. Presso la sede di via Cairoli sono attualmente ancora attivi la Libera Università Popolare, il Pensionato Universitario, il Corso estivo di Lingua e Cultura Italiana per Stranieri. Negli ultimi anni, poi, un rinnovato impegno di tipo economico e organizzativo ha condotto a un rilancio delle attività culturali della Fondazione e a una nuova valorizzazione delle strutture da essa gestite; in particolare, la ristrutturazione della sede ha permesso di ospitare in locali nuovi e più adeguati gli studenti universitari e i partecipanti ai Corsi estivi di Lingua e Cultura Italiana per Stranieri.

Attualmente le attività della Fondazione sono guidate, oltre che dal Consiglio di Amministrazione, dai seguenti referenti:

Presidente: prof. Piergiorgio Grassi, docente ordinario di Filosofia delle Religioni presso l'Università degli Studi di Urbino;
Referente per lo studentato: sig.ra Angela Renzi
Referente per i corsi di lingua e segretaria della Fondazione: dott.ssa Luciana Morri